4 domande per capire cos’è un’asta immobiliare

asta immobiliare

Hai sentito parlare di aste immobiliari ma non sai come funzionano?
Pensi che potrebbe essere una buona occasione anche per te?

Sicuramente è un mondo che può riservare delle grandi occasioni, ma anche molte insidie in quanto segue una burocrazia molto rigida. È quindi fondamentare sapere quali sono le regole da seguire… e non sono poche!

Per evitare di avere sorprese è importantissimo avere le idee chiare su come funziona un’asta giudiziaria e in questo articolo cerchiamo di risolvere i primi buddi che potrebbero sorgere.

1. Cosa si intende per “asta giudiziaria”?

Consiste nella vendita forzata di un bene.
I motivi principali che portano alla vendita all’asta di un immobile sono 3:

  • Un privato non riesce a pagare i propri debiti.
    Dopo un lungo processo, i creditori possono rifarsi sugli immobili di proprietà.
  • Un’azienda fallisce.
    Con l’inizio della procedura fallimentare, la società può vedersi costretta a mettere le sue proprietà all’asta per coprire i debiti accumulati.
  • Degli enti pubblici decidono di vendere i propri immobili tramite un’asta.

2. Come si compra una casa all’asta?

La metodologia è piuttosto semplice: tutte le informazioni e le indicazioni per seguire l’asta immobiliare e fare la tua offerta sono esposte negli avvisi del bene in vendita:

  • data, ora e luogo dell’evento
  • prezzo base e rilancio minino
  • termine di presentazione dell’offerta
  • modalità di vendita (con incanto o senza incanto)
  • perizia di stima che descrive il bene

CONSIGLIO!
Se sei interessato a questo tipo di acquisto, un passaggio indispensabile da fare prima di partecipare all’asta è la visita dell’immobile. È fondamentale infatti rendersi conto preventivamente del suo stato effettivo e di eventuali carenze o necessità in quanto molto spesso possono essere necessari lavori di ristrutturazione.

3. Si deve pagare tutto subito o si può aprire un mutuo?

Di norma, per presentare la domanda di partecipazione, è necessaria una cauzione pari al 10% dell’ammontare del prezzo di base. La restante somma dovrà essere poi liquidata entro 60-90 giorni.

ATTENZIONE!
Tutti i dettagli e i termini riguardanti il pagamento devono essere sempre indicati nelle documentazioni allegate al bando d’asta. Per questo è molto importante leggere bene questi documenti prima di avanzare un’offerta.
Per poter effettuare il pagamento completo, si possono utilizzare somme di cui già si dispone oppure, in alternativa, si può ricorrere alla richiesta di un finanziamento. Alcuni istituti di credito offrono mutui specifici proprio per l’acquisto di case in asta giudiziaria.

IMPORTANTE!
La somma del 10% versata a titolo di deposito cauzionale, nel caso in cui l’acquirente non riesca ad effettuare il pagamento entro i termini stabiliti, non verrà restituita.

4. Pro e contro di acquistare una casa all’asta?

Il vantaggio essenziale è quello di riuscire ad acquistare una casa a un prezzo vantaggioso. Si deve ovviamente essere fortunati a individuare un immobile capace di soddisfare appieno le proprie esigenze.

Uno dei punti a sfavore di quest’attività è la complessità delle operazioni burocratiche, non tanto ai fini della partecipazione, ma dello studio preventivo della documentazione dell’immobile, sia in termini dello stato di fatto che in termini di pendenze.
Nella maggior parte dei casi è infatti indispensabile rivolgersi a dei professionisti come noi, capaci di aiutarti ad affrontare al meglio questo percorso senza brutte sorprese.

Insieme potremo individuare le case disponibili all’asta e poi procedere con tutti gli step necessari: dalla selezione dell’immobile più idoneo, la visita e la verifica di tutti i documenti fiscali e urbanistici, fino alla presentazione della domanda, l’assegnazione e il successivo pagamento.

Confronta gli annunci

Confrontare